19 settembre 2019
Storia

Natale, la secolare tradizione del Presepe

Il Presepio, una tradizione religiosa ma anche popolare che da secoli conquista l'Italia

 


Autore : Maria Grazia Roversi

La storia del Presepio 

Il Presepe è una delle più antiche tradizioni natalizie del Belpaese. Il termine deriva dal latino, ‘presepe’, ‘mangiatoia’, in perfetta linea con la tradizione biblica: il primo presepe nasce vivente per opera di San Francesco d’Assisi, nel 1223. Il Santo ebbe l’idea durante il Natale del 1222, e l’anno seguente chiese al Papa (allora era Onorio III) di poter rappresentare la natività utilizzando persone vere. Una sacra rappresentazione che avvenne per la prima volta nel paesino di Grecia, in Umbria, nel bel mezzo di uno scenario naturale fantastico: una grotta gelida, un po’ di paglia, un bue ed un asino, e Maria e San Giuseppe. I curiosi fecero ben presto capannello attorno al Presepe vivente, colpiti da questa prima rappresentazione della nascita di Gesù. Da quel momento, la tradizione della ricostruzione della Natività si ripete di anno in anno nella tradizione popolare: non solamente presepi viventi, ma anche presepi artigianali di fattezze meravigliose, a volte con statue in grandezza naturale, talora invece in miniatura.

I più bei Presepi del Belpaese 

Sono tanti, oggi, i musei famosi nel mondo. Come il Presepe Nißl, che si trova in Valle Aurina, composto da almeno cinquecento figure create dallo scultore Franx Xaver  Nißl. Un vero e proprio patrimonio artistico per tutta l’umanità. In Italia tantissimi presepi particolari allietano le famiglie nel mese di Dicembre. A Napoli troviamo la via dei Presepi che conoscono in tutto il resto del mondo. Non si tratta tanto di una mostra quanto di un’esposizione che dura tutto l’anno: gli artigiani che lavorano in questa via partenopea metto in allestimento per i passanti dei bellissimi presepi artigianali.
Il presepe luminoso che si trovava a Manarola, uno dei borghi più caratteristici delle Cinque Terre, è senza dubbio un capolavoro di bellezza, anche per il contesto naturale nel quale è inserito.
Di notte questa splendida costruzione è illuminata, ed attira ogni anno centinaia di turisti desiderosi di contemplarne la meraviglia. A Laveno, paese della Lombardia, sul Lago Maggiore, si trova un presepio sommerso: uno spettacolo unico, sicuramente una delle rappresentazioni della natività più speciali e particolari che esistano. Ed ovviamente in Umbria ci sono decine di stupendi presepi, non poteva essere altrimenti nella regione dove la tradizione è sorta: a Gubbio, per esempio, c’è il presepio con statue a grandezza naturale.

Una tradizione che va oltre i confini dell’Italia 

Ma per quanto la tradizione del presepio sia tipicamente italiana, anche all’estero vi sono molti appassionati. Nello stadio Atzeca di Città del Messico, ad esempio, si trova il più grande Presepio del mondo, tanto che è entrato nel Guinness dei Primati. Ben 1500 statuine, alcune delle quali automatizzate, che si muovono di continuo.



Navigando sul nostro sito accetti la privacy policy. Il sito utilizza i cookie di terze parti per profilare gli utenti