Arte

2017, è l’anno dei Musei: in costante crescita i visitatori

 


Autore : Maria Grazia Roversi

Italia, nel 2017 due milioni di persone in più nei musei

I visitatori dei musei sono sempre di più. I dati ci sono e parla chiaro: le aree archeologiche italiane ed i musei sono sempre più visitati e sempre più ricchi di turisti (stranieri e non solo) il che permette l’aumento degli introiti. Secondo i dati che sono stati diffusi dal Mibact, gli ingressi sono saliti del 7% nel corso del 2017, e gli introiti sono saliti di più del 17%.

La prima regione in assoluto per la visita dei Musei è il Lazio, che ha più di dieci milioni di visitatori, con un aumento rispetto allo scorso anno di +2,2%. La seconda è la Campania, che ha più di 4 milioni di visitatori, con il più 15,4% degli ingressi, un aumento notevole.

Terzo posto per la Toscana, 3 milioni e mezzo di visitatori nei suoi musei, con una crescita stimata del +11,7%, e poi Liguria, con una crescita enorme +33,5%, il Veneto, +26,8% e il Friuli Venezia Giulia con un +23,35%.
Cali, invece, nelle zone colpite dal terremoto come Umbria e Marche e Abruzzo, dove si sono registrati dei cali anche del -18,3%.

Rinascita culturale

Le zone più visitate dell’Italia, da stranieri e non solo, restano i luoghi simbolo, come il Colosseo, gli Uffizi di Firenze, Pompei, ma anche vari regioni campane come la Reggia di Caserta, oppure Capodimonte nella città partenopea.

Taranto, con il suo Museo archeologico, è in costante crescita. Torino deve molti ingressi al Museo Reale, Trieste invece al suo Miramare. A Roma in miglioramento costante Castel Sant’Angelo ed il Pantheon, oltre che la Galleria di Arte Moderna. Con due milioni in più di visitatori, il 2017 è un buon anno per rilanciare l’arte.



Navigando sul nostro sito accetti la privacy policy. Il sito utilizza i cookie di terze parti per profilare gli utenti